La Banca della Memoria dei Bergamaschi

Presentazione del libro
Mille Bergamaschi nella Storia

Questo sito comprende oltre mille biografie di bergamaschi illustri, tutti scomparsi, non pochi dei quali sottratti all’oblio degli uomini e del tempo. Esso è frutto di un lavoro incominciato pochi anni fa e inizialmente concepito come strumento pratico di uso personale, limitato agli aspetti biografici più salienti nel pieno rispetto della verità storica. Tale lavoro è divenuto tuttavia in breve tempo appassionante e coinvolgente, costringendomi a febbrili ricerche condotte a tambur battente nelle biblioteche e negli archivi. Una volta concluso, esso mi parve possedere, nonostante la sua mole, un aspetto divulgativo meritevole di considerazione. Ne parlai occasionalmente con Ferruccio Arnoldi, il quale volle rendersi conto della natura del lavoro e fu prodigo di suggerimenti. Il testo è ora presentato al pubblico grazie allo spirito imprenditoriale di Arnoldi, che ha nel sangue il culto del libro e l’amore per Bergamo.

Invero il libro è strumento di prima e rapida consultazione, privo di riferimenti bibliografici, che per non poche delle personalità contemplate avrebbero comportato ricerche assai laboriose ed elencazioni di numerose pagine. Costretto a contenermi in poche righe, ho dovuto sintetizzare fin troppo le biografie di diverse personalità eminenti; per alcune di esse tuttavia non ho potuto fare a meno di diffondermi oltre i limiti di una scheda succinta. Mi rendo ben conto di quanto questo lavoro possa apparire deludente o inappagante agli eruditi e ai pochi studiosi e cultori di storia bergamasca esistenti al giorno d’oggi. Nonostante la messe di notizie qui adunate, esiste una obiettiva sproporzione fra una biografia e l’altra; inoltre, alcuni bergamaschi certamente meritevoli di ricordo non sono stati compresi sia perché non se ne sono rinvenute notizie sufficienti sia perché l’impegno individuale in un campo tanto vasto non può accampare pretese di esaustività. Il lettore accorto rinverrà qua e là lacune, incertezze o inesattezze che avrà la bontà di giudicare con somma indulgenza.

Resta il fatto che per la prima volta si dà una visione tanto ampia e facilmente accostabile di una materia finora non adeguatamente trattata e sistematizzata. Ci si può fare finalmente un’idea globale dei cospicui contributi che i migliori figli della terra bergamasca hanno dato alle varie attività dell’uomo imprimendo la loro orma in ogni disciplina dello scibile. Nel repertorio sono stati compresi anche quanti, sebbene non di nascita bergamasca, hanno però lasciato traccia duratura del loro operato presso la nostra città e la nostra gente. Figurano del pari in quest’accolta di personalità illustri anche quanti non per nascita bensì per discendenza possono essere ricondotti o ascritti alla “piccola” patria bergamasca.

Questo è dunque uno strumento di consultazione immediata, di orientamento e di guida per chi intende attingervi notizie che rispondano alla necessità di una conoscenza primaria e fondamentale. Ma esso può assumere un valore di indubbia rappresentatività negli anni a venire, un valore da non sottovalutare ora che si assiste a rapidi e consistenti mutamenti di costumi, di sistemi di vita, di assetti e di prospettive.

Umberto Zanetti

Grafica: Elegant Themes